Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

Federazione Ciclistica Italiana: pedalare cardioprotetti

Si e’ svolto sabato 18 Novembre, presso il Centro CONI di Livorno, il nostro tradizionale Corso gratuito di BLSD.

A chiederlo gli amici della FCI, per imparare a fare un massaggio cardiaco, usare un defibrillatore e a disostrurie le vie aereee nell’adulto, bambino e lattante.

Un ringraziamento al Presidente DAVIDE VENANZONI, alla Vice Presidente ROBERTA SANTINI, ed ai Consiglieri PAOLO FRUZZETTI, CORRADO MORI e ANDREA SENIGAGLIA, per la perfetta organizzazione dell’evento

 

La foto di fine corso

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Metti una sera a Lucca…..

Continua la nostra lunga campagna per la diffusione delle tecniche di massaggio cardiopolmonare, di disostruzione delle vie aeree e dell’ uso dei defibrillatori pubblici.

Ieri siamo stati invitati dall’ amico Fabrizio BONINO a tenere il nostro consueto Corso BLSD gratuito alla Scuola Media Chelini di San Vito a Lucca in un bel piccolo teatro messoci a disposizione da Claudio CROSILLA.

Grazie a loro e a tutte quelle decine di cittadini che hano voluto passare tre ore per imparare a salvare.

 

 

La foto di fine corso

 

PER LE NUMEROSE ALTRE FOTO CLICCA QUI   Read more…

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
5 Comments  comments 
formats

Buon Natale alla Pediatria !

Federica GRASSINI

Poche settimane fa la ONLUS GrandeGio’ aveva donato alla Pediatria di Pisa un Holter che ci ha permesso di azzerare le liste di attesa .

Ieri un altro bellissimo dono e’ stato offerto per i piccoli pazienti della Pediatria pisana: un monitor multiparametrico pediatrico che serve a controllare in maniera continua i parametri vitali (pressione arteriosa, saturazione di ossigeno, temperatura corporea, ECG).

A donarlo e’ stata la Sig.ra Federica GRASSINI in qualita’ di privata cittadina e non di Presidente della Confcommercio.

La Signora GRASSINI non e’ nuova a questi gesti di rilevanza sociale: in questi anni ha donato circa 10 DAE della nostra campagna che sono stati posizionati in vari punti strategici della nostra citta’.

E’ un gesto eticamente rilevabikle e per questo la ringraziamo di cuore, certi di una collaborazione fattiva nell’interesse dei cittadini pisani.

Grazie davvero, Federica, con la speranza che il tuo gesto insegni ad altre persone che e’ possibile essere di aiuto concretamente , e non a parole, a chi e’ in stato di necessita’.

Affinche’ nessuno rimanga indietro.

Da sinistra il Prof. Giovanni FEDERICO ,Direttore della Scuola di Specializzazione in Pediatria, La sig.ra Federica GRASSINI, ed il Prof. Diego PERONI Direttore della Pediatria di Pisa.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Francesco Adami: 7 DAE in un colpo solo.

IL CANTIERE NAVALE PIU’ CARDIOPROTETTO DEL MONDO
 
Francesco Adami e’ un collega prezioso, preparatissimo ed efficiente.  Ha scritto un bellissimo ed interessantissimo libro sulla storia della Medicina , in particolar modo della Medicina di Urgenza, che vi consiglio: “HOW TO SAVE A LIFE: storie dalla storia della Medicina”
 
Mesi fa aveva disegnato e studiato la cardioprotezione di uno dei cantieri navali piu’ famosi del mondo la “BENETTI”
 
E con la perseveranza che lo contraddistingue , e che contraddistingue tutte le persone intelligenti e volitive ce l’ ha fatta.
Con questi 7 DAE raggiungiamo il numero di 425 DAE PUBBLICI.
 
Ecco come descrive il suo operato
 
“Tutto si riduce all’ultima persona a cui pensi la notte, è lì che sta il tuo cuore.” Questa frase di Charles Bukowsky già di per sé è bellissima. Ma mi sta particolarmente a cuore perché l’ho messa come intestazione  di un progetto che dalla prima all’ultima pagina porterò sempre dentro di me. Il progetto dell’intera cardio-protezione del cantiere navale “Benetti Yacht” a Livorno, una stupenda eccellenza italiana. Un esperienza che insieme al mio mentore il Dr.  Maurizio Cecchini ho avuto l’onore di poter sviluppare e seguire. 
 
Per la prima volta, oggi, in occasione della Livorno Half Marathon,  ho avuto modo di toccare con mano quanto finora era rimasto sulla carta. I dettagli tecnici possono sembrare spesso aridi e noiosi. Ma quella che è stata cardioprotetta è  un enorme area di 125.000 mq fatta di uffici, capannoni, banchine. Un area viva, fatta di lavoro, di passione e popolata da centinaia di persone che costituiscono un eccellenza che rende orgogliosa la nostra nazione nel campo nautico (super & mega yacht). 
Qui, sono stati collocati strategicamente, integrati in una rete telematica dell’emergenza, resi pubblicamente accessibili e visibili una serie di defibrillatori atti a proteggere non solo le persone che lavorano all’interno del cantiere ma anche i cittadini che gravitano fuori di esso. Un lavoro importante, pianificato in breve tempo, condiviso passo passo e realizzato in pochi mesi. 
 
Per questo oggi vorrei ringraziare con questo mio scritto tutte le persone che hanno dimostrato una particolare sensibilità e attenzione verso la tematica dell’arresto cardiaco nei luoghi di lavoro. Sono loro che ci hanno per la prima volta contattato, da loro in primis  è venuto questo stupendo slancio di cuore.  Molti impegnati nella realizzazione concreta del progetto non li ho personalmente conosciuti, spero che il mio abbraccio gli sia “trasferito” di cuore dalle persone con cui mi e ci siamo rapportati.  In particolare ringrazio e abbraccio l’ Ing. Andrea Ferrucci (R.S.P.P. Safety, Security, Logistic & Facilities Manager) , la Dr. Elena Di Tizio (Customer Care Lusben) e il management di entrambe le aziende operanti nell’area:  Lusben e Benetti nelle persone di Dr. Paolo Simoncini (Responsabile Divisione Lusben) e Ing. Vincenzo Poerio (Benetti CEO) che hanno sposato convintamente questo progetto. E’ stato davvero un onore.
 
Grazie Francesco, grazie di cuore da tutti noi.

Il Dott. Francesco ADAMI

Alcune immagini dei DAE installati

 
maurizio
 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments