Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

I migliori anni della mia vita

incidente_stradale_mortale_auto_distruttaE’ bastata una pizza stasera, che sono andato a mangiare da Claudio, uno dei pochi amici che mi rimangono.

Titolare di una pizzeria eccellente vicino allo Stadio di Pisa.

E’ bastata una pizza e lui accanto che mi faceva compagnia mentre mangiavo. Ed in due minuti ci siamo messi a parlare di piu’ di 3o anni fa.

Entrambi eravamo volontari della Pubblica Assistenza di Pisa, in via SAn Martino 48.

In verita’ io entrai come Medico di ambulanza, perche’ avevo allora la prima figlia da mantenere.

Ma bastarono poche settimane affinche’ il virus del volontariato mi colpisse.

Con queste decine di amici eravamo una famiglia e pertanto, al di la’ delle ore di lavoro come Medico, presi il CAP (Certificato di Abilitazione Professionale – che a quel tempo era obbligatorio per la guida di mezzi di soccorso) ed iniziai a fare i turni , specialmente notturni, come Autista.

Il 118 non era ancora nato, e c’era sempre la concorrenza con i fratelli della Misericordia, a chi arrivava prima.

Non essendoci un numero unico di fronte ad un incidente stradale o ad un malore c’era chi chiamava la Pubblica Assistenza, chi la Misericorsia, chi il 112 dei Carabinieri, chi il 113 della Polizia, o il 115 dei Vigili del Fuoco.

Spessissimo infatti in quella confusione ci si trovava in due ambulanze con due medici su una unica urgenza.

Ma la riflessione di stasera tra Claudio e me era sulla bellezza di quei tempi.

Non eravamo formati certamente: macche’ linee guida, si andava ad intuito sia come barellieri che come medici.

Eppure pensate davvero  che oggi, con tutte le linee guida che sembrano tanto le tavole di Mose’ , la mortalita’ si sia ridotta?

 Scordatevelo.

Sono pronto a giurarci.

Non voglio stasera parlarvi del sangue e della sofferenza che abbiamo vissuto in quegli anni.

Vorrei descrivervi le formidabili sensazioni che noi medici e volontari del soccorso abbiamo la fortuna di percepire.

 Ora si parla di linee guida, di “dispatching” , di elisoccorso.

Noi abbiamo salvato tante vite spesso senza guanti con mani insanguinate a fronteggiare eventi che neppure sapevamo di poter fronteggiare.

Era la sirena che ci dava coraggio, i nostri lampeggianti, le nostre divise caldissime d’estate e freddissime di inverno, nelle case, nei fossi, sulle strade…..

Ad affrontare i dolori infiniti, le immagini strazianti, i dolori dei parenti, dei presenti, l’ottundimento psicologico di fronte ai disastri….alla morte.

Tanto sangue, tanta sofferenza abbiamo visto  e pochi sorrisi..

Pochissimi i ringraziamenti.

Ed e’ per questo e per mille altri motivi qui difficili da spiegare stasera pensavamo, Claudio ed io, alla bellissima opportunita’ che abbiamo avuto nella nostra vita.

Non solo per avere aiutato tantissime persone delle quali non ricorderemo mai il nome ed i quali, a loro volta,  non si ricorderanno il nostro, ma perche’ siamo diventati adulti diversi, pizzaioli o medici non conta , ma con il cuore pieno di emozioni impossibili da spiegare, di solidarieta’ e di conoscenza.

Qualita’ di fronte alle quali molti, anche gli addetti di oggi , impallidirebbero.

Grazie Claudio, per avermi ricordato forse gli anni migliori della nostra vita.

Commenta l’articolo cliccando su “Comments” in celeste qui in basso a destra, Grazie

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Dentisti …moderni !!

tania-pieri-logo-webL’onda lunga della nostra campagna procede, incontrando consensi sia per ciò’ che concerne la partecipazione ai corsi (oltre 8500 “first rispondere” formati in poco più di 8 anni  !!) sia per  ciò che riguarda la cardioprotezione dei luoghi di lavoro.

Accade cosi che la Collega Dr.ssa Tania PIERI, Odontoiatra, abbia voluto dotare il proprio Studio Dentistico di Crespina, in via Roma 73,  Tel. 050 634327 ) di un DAE per la sicurezza dei pazienti e di chi ci lavora.

Curarsi i denti in assoluta sicurezza.

Cosi’ ha voluto spiegare i motivi di questa decisione:

“Nel lontano 2008 lo studio Pieri ebbe inizio ed io con lui…. Mi spiego meglio: sin dai tempi della scuola dell’infanzia sono sempre stata molto determinata e, soprattutto innamorata del corpo umano e del suo genere.. Mi ritengo anche una persona piena di aspettative da me stessa e, di conseguenza dal mio studio e dai miei collaboratori. Amo il mio lavoro perché con esso posso esprimere il bisogno che ho di aiutare gli altri.
La vita è bella, anche se ci riserva sempre brutti scherzi. Ci sono cose alle quali non possiamo opporci o alle quali non possiamo rimediare… Mia madre è morta di linfoma un mese dopo che è nato mio figlio, ormai 4 anni fa: nn siamo riuscite a sconfiggerlo…..
Il DAE è una potentissima arma che può salvare una vita! Le armi che abbiamo dobbiamo sfruttarle tutte… Anche per tutte quelle situazioni in cui non abbiamo potuto fare niente!
Ti stimo e con te stimo la tua volontà di sensibilizzare il più possibile la popolazione ad avere UN’ARMA A FAVORE DELLA VITA!”

Ringrazio la Dott.ssa Pieri per l’ attenzione alla nostra campagna e per il grande gesto di modernità’.

Questo e’ il DAE 363 della nostra campagna.

La Dott.ssa Tania Pieri mostra il Dae che cardioprotegge il suo studio dentistico

La Dott.ssa Tania Pieri mostra il Dae che cardioprotegge il suo studio dentistico

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

L’ Azienda “SOLE” di Pontedera investe in sicurezza.

IMG_3775Gran bel pomeriggio ieri per noi a Pontedera.

Siamo stati invitati dal Sig. Patrizio FANTOZZI , Responsabile della Sicurezza e del Personale Azienda “SOLE” di Pontedera, leader della produzione e verniciatura di componentistica di plastica per la Piaggio, FIAT e Volkswagen a tenere il nostro corso BLSD gratuito alle maestranze.

L’ Azienda infatti si e’ voluta dotare di un DAE per la tutela dei lavoratori.

E la tutela della sicurezza di chi lavora in quella fabbrica e’ l’impegno da sempre del Sig. Fantozzi, che ringrazio di avermi fatto visitare lo stabilimento di Pontedera, sottolineando con orgoglio il bassissimo tasso di infortunistica che hanno avuto (in realt’  nessun infortunio dal 2014). Un ‘ Azienda in attivo ed in espansione.

Ecco un esempio che fa comprendere come investire in sicurezza significhi anche investire nella qualita’ di vita dei dipendenti ed in ultima analisi della salute e della produttivita’ dell’ Azienda.

Un grazie di quindi di cuore a queste persone che sono la spina dorsale produttiva, di eccellenza del nostro Paese ed in Europa.

Questo e’ il DAE n* 362 della nostra campagna

Puoi commentare, come sempre, cliccando su “comments” in celeste, qui in basso a destra.Grazie

Il Sig. Patrizio FANTOZZI di fianco al nuovo DAE

Il Sig. Patrizio FANTOZZI di fianco al nuovo DAE

La tabella all'ingresso dello stabilimento indica l'assenza di infortuni sul lavoro dal 2014

La tabella all’ingresso dello stabilimento indica l’assenza di infortuni sul lavoro dal 2014

La consueta foto di fine corso, con UGO e famiglia tra  le maestranze.

La consueta foto di fine corso, con UGO e famiglia tra le maestranze.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

A scuola di DAE

IMG_3749Si e’ tenuto ieri l’ennesimo corso BLSD gratuito presso la nostra Scuola di defibrillazione precoce, in via Gozzini 8, ad Ospedaletto -Pisa.

IMG_3755

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments