Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
Home Editoriale Cecchini Cuore e i Bimbi dei Miracoli
formats

Cecchini Cuore e i Bimbi dei Miracoli

 

Fine settimana impegnativo e assolutamente gratificante, per noi della Cecchini Cuore al Palazzo dei Congressi di Pisa dove si è svolto l’evento Bimbi dei Miracoli.

Onorati dell’ invito del Centro di Simulazione NINA diretto dal Dr. Armando Cuttano, il Dr. Maurizio Cecchini, che mi ha subito coinvolto e per questo lo ringrazio, abbiamo passato due splendide giornate ad insegnare con poche ma efficaci parole a bambini e genitori, le manovre da eseguire in caso di arresto cardiaco. I bambini, come sempre, si sono dimostrati svegli e interessati ed i genitori, spesso, molto stupiti nel capire che i loro figli, alla fine del “mini-mini corso”, sarebbero in grado con le poche cose spiegate, di poter provare a rianimare una persona in arresto cardiaco. Abbiamo attirato la loro attenzione con il nostro video di 2 minuti fatto appositamente per i ragazzini di quell’età che spiega in modo divertente e coinvolgente, le poche, piccole cose da fare in casi di emergenza di questo genere e successivamente, abbiamo fatto provare loro il massaggio cardiopolmonare sui manichini e mostrato come funziona un defibrillatore. Inutile dire che i piccoli neo soccorritori,  appena appoggiato il DAE vicino al finto paziente, lo hanno acceso ed hanno cominciato ad ascoltare quello che l’apparecchio salvavita diceva loro di fare senza che nessuno di noi desse nessuna indicazione. Quando si dice che certe cose andrebbero insegnate fin dalle elementari e qualcuno rimane perplesso, lo vorrei aver avuto presente in quei momenti. Dopo le varie prove (e anche durante) ci sono state numerosissime domande molto acute, molte delle quali, non ho mai sentito fare nemmeno dagli adulti. Inutile spiegare la soddisfazione che questi due giorni ci hanno donato. Abbiamo sottolineato il fatto che CHIUNQUE può utilizzare un DAE e ci siamo fatti promettere da tutti i nuovi mini-soccorritori, che se avessero sentito qualcuno dire che per usarlo bisogna avere una certa età o aver effettuato un corso, mi avrebbero in qualche modo avvisato. Loro hanno capito subito che per usare un “elettrodomestico” di quel genere, non c’è bisogno di una laurea in medicina o di ascoltare tanti discorsi “a biscaro”…basta accendere ed ascoltare….il resto viene da se. A differenza degli adulti, loro, non si fanno troppe domande e agiscono per istinto: se una persona sta male, va soccorsa. Punto. E se so come fare, lo faccio. Punto. Due punti…”ma sì, fai vedere che abbondiamo… Abbondandis in abbondandum” (Totò). I genitori, come detto, si sono resi subito conto che in caso di necessità, i loro ragazzi sarebbero stati capaci di salvare la vita a una persona colta da morte improvvisa e sinceramente, credo che da questo weekend vadano a dormire anche un pochino più tranquilli visto che in cassa hanno dei potenziali piccoli grandi eroi. Molti di loro hanno provato a fare le stesse cose…ma mi dispiace…non c’è partita. 🙂

I Bimbi dei Miracoli…sono anche loro.

Vi voglio bene.

 Fabrizio BONINO  – Istruttore certificato BLSD

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
1 Comment  comments 

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE! Rispondi alla verifica: *