Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

BLSD in Giappone: interessanti risultati di uno studio

Si sa poco circa l’andamento della sopravvivenza da arresto cardiaco extraospedaliero (OHCA) in Giappone e le differenze di incidenza e di sopravvivenza per gruppi di età e l’origine dell’arresto. È stato condotto uno studio a livello nazionale, prospettico, basato su tutta la popolazione del Giappone e che coinvolge pazienti con OHCA e sottoposti a rianimazione (RCP). Lasso temporale: dal gennaio 2005 al dicembre 2009. Il principale end point è stato 1 mese di sopravvivenza con favorevole esito neurologico. Sono stati valutati a livello nazionale l’incidenza OHCA e gli esiti per età e origine di arresto. Una analisi di regressione logistica multipla basata sui dati forniti da un testimone di OHCA è stata utilizzata per regolare i fattori che sono stati potenzialmente associati ad un favorevole esito neurologico. In 5 anni sono stati arruolati 547.153 OHCAs e 169.360 OHCAs con testimone. L’incidenza annuale è aumentata significativamente negli anni per entrambi i gruppi. La sopravvivenza con un quadro neurologicamente favorevole è significativamente aumentata dal 1,6% (1-676/102.737) nel 2005 al 2,8% ( 3.280/115.250 ) nel 2009 (P<0.001), dal 2,1% (638/30.556) al 4,3% (1.558/36.361) (p<0.001), e dal 9,8% (437/4.461) al 20,6% (1.215/5.906) (p<0,001) rispettivamente tra OHCAs, OHCA con testimoni ed in caso di intervento sulla fibrillazione ventricolare in OHCA. La disponibilità e l’uso pubblico del defibrillatore automatico esterno, o semplicemente di RCP da parte di un passante precedenti all’intervento medico sono stati associati con un risultato neurologico migliore. Tali dati valgono per la popolazione adulta ma non per bambini ed anziani.

Studio pubblicato su Circulation 2012; 126: 2834-2843

 

Tramite CardioLink

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Un bel regalo di Natale

Un bel regalo di Natale verra’ inaugurato Martedi 18 Dicembre  alle  ore 11 all’ Istituto parificato Duchi Salviati di Migliarino Pisano.

E’  stato donato dalla Famiglia Proti, la stessa  che qualche mese fa ha donato il  DAE pubblico che e’ posizionato nella piazza centrale di Vecchiano (Pisa);  un ringraziamento alla Famiglia Proti per la sua sensibilita’ ed all’amico e Collega Giorgio Marianetti che da tempo sostiene la campagna di CecchiniCuore.

Nella foto del titolo la targa della donazione

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

“Aguzzate la vista”

Vi allego un articolo pubblicato dal quotidiano “La Nazione” di Pisa, cronaca di Cascina.

Vedete qualche cosa che manca?

Dopo una mezza dozzina di DAE installati sul territorio di Cascina e con i relativi Corsi BLSD gratuiti tenuti dal “Cecchinicuore” dei quali uno molto partecipato presso la Sala Consiliare del Comune di Cascina….neppure invitati.

Complimenti di cuore agli organizzatori

Potete commentare liberamente cliccando sul pulsante “Comments” qui in basso a destra, come sempre

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Una marcia per la vita, una marcia per il cuore

  Sabato 15 dicembre, ore 16:00.

Una data importante per l’Associazione S.P.E.S. di Uliveto Terme. Infatti, proprio in questa data, presso i locali dell’Associazione, in via XX Settembre 24, a Uliveto Terme, ci sarà la cerimonia di donazione e installazione del Defibrillatore Automatico acquistato grazie all’evento “Una marcia per la vita” organizzato a settembre in collaborazione con il Rotary Club di Cascina, la Società Podistica Ulivetese e Cecchini Cuore, che ha permesso di raccogliere i fondi necessari all’acquisto del DAE.

Alla cerimonia sarà presente anche il Dott. Maurizio Cecchini, Cardiologo, Medico d’Urgenza e Docente presso la Medicina di Urgenza Universitaria dell’Ospedale di Cisanello, nonché ideatore e promotore della Campagna di Cecchini Cuore “Tre minuti per il cuore”,  che nel corso dei suoi quasi 5 anni di vita ha installato nella Provincia di Pisa più di 100 Defibrillatori pubblici.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments