Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

Una cartolina dagli amici di GrandeGio’. Grazie!

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

La lunga marcia della solidarieta’


Si e’ svolta sabato 15 Dicembre la donazione dell’ennesimo DAE nella provincia di Pisa. La macchina salvavita e’ stata donata dal Rotary Club di Cascina e della Podistica Ulivetese ed e’ stata posizionata all’esterno della palestra della SPES di Uliveto, in via XX Settembre.

Nonostante il tempo inclemente molte persone hanno testimoniato l’evento.

Presenti alla cerimonia il Dott. Luigi Cecchi, Presidente del Rotary club di Cascina, con il segretario Paolo Masi, dell’ Avv.  Giulia Flagello presidente fondatrice del Rotaract di Cascina, del Sindaco del Comune di Vicopisano Yuri Taglioli, con gli assessori Andrea taccola, MAtteo Ferrucci ed i soci Rotary Giuseppe Saccomanni, Graziana Cafissi, il Siog. Elio BArsocchi , Presidente della SPES Uliveto, Sig. Alvaro Parri , Presidente della Podistica Ulivetese, il Dott. Alberto Franchi, responsabile delle attivita’ motorie della SPES, il Dott. Roberto Bargagna, past-president della SPES.

Di seguito le foto della inaugurazione Read more…

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Arresto cardiaco: massaggia …massaggia…massaggia

Questo studio dimostra ulteriromente che il solo massaggio cardiaco (senza ventilazione) ha risultati migliori del massaggio cardiaco piu’ ventilazione, quando sono seguiti dalla defibrillazione precoce con DAE.

Tali risultati confermano le linee guida della AHA per i laici: viene infatti  enfatizzata la “hands only CPR”

Read more…

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

BLSD in Giappone: interessanti risultati di uno studio

Si sa poco circa l’andamento della sopravvivenza da arresto cardiaco extraospedaliero (OHCA) in Giappone e le differenze di incidenza e di sopravvivenza per gruppi di età e l’origine dell’arresto. È stato condotto uno studio a livello nazionale, prospettico, basato su tutta la popolazione del Giappone e che coinvolge pazienti con OHCA e sottoposti a rianimazione (RCP). Lasso temporale: dal gennaio 2005 al dicembre 2009. Il principale end point è stato 1 mese di sopravvivenza con favorevole esito neurologico. Sono stati valutati a livello nazionale l’incidenza OHCA e gli esiti per età e origine di arresto. Una analisi di regressione logistica multipla basata sui dati forniti da un testimone di OHCA è stata utilizzata per regolare i fattori che sono stati potenzialmente associati ad un favorevole esito neurologico. In 5 anni sono stati arruolati 547.153 OHCAs e 169.360 OHCAs con testimone. L’incidenza annuale è aumentata significativamente negli anni per entrambi i gruppi. La sopravvivenza con un quadro neurologicamente favorevole è significativamente aumentata dal 1,6% (1-676/102.737) nel 2005 al 2,8% ( 3.280/115.250 ) nel 2009 (P<0.001), dal 2,1% (638/30.556) al 4,3% (1.558/36.361) (p<0.001), e dal 9,8% (437/4.461) al 20,6% (1.215/5.906) (p<0,001) rispettivamente tra OHCAs, OHCA con testimoni ed in caso di intervento sulla fibrillazione ventricolare in OHCA. La disponibilità e l’uso pubblico del defibrillatore automatico esterno, o semplicemente di RCP da parte di un passante precedenti all’intervento medico sono stati associati con un risultato neurologico migliore. Tali dati valgono per la popolazione adulta ma non per bambini ed anziani.

Studio pubblicato su Circulation 2012; 126: 2834-2843

 

Tramite CardioLink

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments