Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

Grazie Giarre!!!!!!

Sabato 17 Novembre siamo volati a Giarre (Catania) perche’ gli amici delle Palestre ATHENEUM ci hanno invitato per un corso nella loro citta’.

E’ stata una meravigliosa fatica, ma l’affetto e l’amicizia degli amici della zona ci ha ripagato ampiamenti.

Piu’ di 150 persone, tra le quali il Sindaco di Giarre , Angelo D’ANNA, hanno presenzairto al nostro corso gratuito BLSD, con interesse ed attenzione.

Devo ringraziare molte persone, ma innanzitutto  Patrizia GULLOTTA che mi contatto’ mesi fa, incredula che io davvero potessi raggiungerli cosi’ lontano.

Grazie alla sua caparbieta’ contro lo scetticismo di molte persone locali ce l’ha fatta. Complimernti di cuore.

E grazie per la squisita ospitalita’.

E poi altri amici che li’ ho conosciuto   Paola COMISI ed Alfio CAVALLARO  titolari e soci della palestra, Dino BONAVENTURA, ed Alfio D’AMICO (il quale ha gestito tutta la parte tecnica di voce e video.

Che dire?  Grazie amici miei, grazie davvero. A presto per un altro corso.

Questo e’ il DAE n* 471 della nostra campagna contro la morte improvvisa.

La nuova postazione DAE

con gli amici…a cena

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Cecchini Cuore e Vigili del Fuoco di Lucca

Si è svolto mercoledi 14 novembre 2018 il Corso BLSD tenuto dal Dr. Maurizio Cecchini presso il Comando dei Vigili del Fuoco a S. Marco (Lucca). I numerosi partecipanti hanno così potuto imparare le manovre salvavita in caso di arresto cardiaco, l’utilizzo del DAE e le operazioni di disostruzione delle vie respiratorie in adulti, bambini e lattanti compresa la manovra di Heimlich.

Come al solito il nostro Doc ha spiegato in modo semplice ed efficace tutte le operazioni da eseguire durante questi tragici eventi e alcune delle possibili cause della morte improvvisa;
le persone presenti hanno potuto fare, come sempre, domande su questi argomenti sempre trovando risposte pronte ed esaustive.

Ha destato stupore, come al solito nei soggetti che hanno assistito ad altri corsi del genere, la regola che assolutamente bandisce la respirazione bocca a bocca in soggetti colti da arresto cardiaco.
Purtroppo ancora molti istruttori ed associazioni, continuano a consigliare questa manovra anche se ho notato personalmente che alcuni, forse per non ammettere di non essere abbastanza informati, a suo tempo, sull’argomento, trovano espedienti assurdi del tipo “da fare solo se una persona la si conosce bene” oppure “se si ha la protezione adatta“; spesso l’ignoranza e la poca onestà intellettuale gioca dei brutti scherzi: se fosse necessaria, importante e non dannosa com’è stato dimostrato essere, la respirazione bocca a bocca non la si potrebbe consigliare solo per soggetti a noi conosciuti ma sarebbe da imporre su tutti i pazienti.
Ricordo a tutti che l’ operazione di insufflazione (respirazione bocca a bocca) è indicata SOLO in 3 casi:
nei lattanti, negli affogati e nelle persone in overdose da oppiacei (anche se dubito che queste ultime si possano riconoscere a prima occhiata come credo che in pochi effettuerebbero la respirazione bocca a bocca su certi soggetti); solo in queste 3 situazioni e solo perchè, in quei casi, la respirazione si ferma prima del cuore, è consigliata questa manovra..

La cosa fondamentale per il Dr. Cecchini (e per me), è ricordare e riaffermare il principio per cui TUTTI possono utilizzare il DAE in caso di emergenza senza limitazioni di nessun genere…anche un bimbo di 6 anni è autorizzato ad accendere un defibrillatore e seguendo le istruzioni vocali, ad adoperarlo;
chiedo quindi anche a voi di divulgare questa importantissima “regola” e di non dare retta a quelli che vi dicono che questo “elettrodomestico” salvavita, può essere usato solo da operatori formati o comunque da chi ha assistito a un corso e ha il relativo attestato. Quelli che vi dicono una cosa del genere sono in malafede oppure molto ignoranti (parlando di operatori del settore, sono più propenso alla prima ipotesi); a tal proposito chiedo la collaborazione di tutti voi, nel caso sentiste una cosa del genere pronunciata da qualche operatore del settore, nel segnalarcelo tempestivamente.

Per l’occasione è stata consegnata al Dr. Maurizio Cecchini, una targa a ricordo della giornata dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco di Lucca.

Grazie a tutti per la partecipazione.

Fabrizio Bonino

Istruttore Certificato BLSD

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Ancora un corso Blsd a Lucca

Si è svolto a Lucca lo scorso 11 novembre presso la scuola Artedanza Arabesque, il nono corso gratuito da me organizzato nella nostra città, voluto fortemente da Monica Bocci, direttrice artistica e istruttrice della suddetta scuola (che ringrazio) e tenuto dal Dr. Maurizio Cecchini. I partecipanti sono stati istruiti, mantenendo alta empatia e senso dell’humor propri del Nostro, sul come riconoscere una persona colta da arresto cardiaco, come effettuare un massaggio cardiopolmonare e come usare un defibrillatore. Sono state anche illustrate la manovre di disostruzione delle vie respiratorie in adulti, bambini e lattanti applicando in diretta (su di me) la manovra di Heimlich, operazione fondamentale per cercare di liberare le vie aeree in un soggetto in asfissia causata da un corpo estraneo. Come al solito non sono mancati i momenti di ilarità, anche per rendere più “sopportabile” e comprensibile l’esposizione di eventi così tragici e il Dr. Cecchini ha anche confermato, ufficialmente, il suo rapporto sentimentale col suo “manichino” preferito Ugo col quale “passo più tempo con lui che con la mì famiglia”. Non sono mancate nemmeno le domande dei partecipanti alle quali il dottore ha risposto con chiarezza spiegandone, chiaramente, anche i motivi. Che dire…altre 30 persone istruite; 30 persone sensibilizzate; 30 persone che si spera PRETENDERANNO la presenza di un DAE nei luoghi dove i nostri figli vanno a fare spot, giocano e studiano o dove noi stessi ci rechiamo a fare la spesa e perchè no, anche sui mezzi di trasporto che utilizziamo. A partire dagli aerei e i treni: superfluo spiegare l’importanza di avere a bordo di certi veicoli un defibrillatore che ricordo, deve essere utilizzato nei primi minuti in un paziente colto da arresto cardiaco; sempre ammesso che lo si voglia strappare a morte certa. Si è ribadito inoltre il concetto per cui non si deve assolutamente effettuare la respirazione bocca a bocca (insufflazione) in un paziente colto da “morte improvvisa” dando ovviamente tutte le spiegazioni logiche che hanno determinato l’eliminazione di questa manovra che ricordo, riduce del 30% la possibilità si salvare il malcapitato o di non riportare gravi problemi cerebrali anche a medio e lungo termine; malgrado gli articoli che già nel 2012 venivano pubblicati sulle più prestigiose riviste di rianimazione al mondo, molti istruttori continuano a consigliarla. Non mi rimane che ringraziare tutti i partecipanti ai corsi, che oramai dovrebbero essere più o meno 800 (quelli organizzati e promossi da me). Il ringraziamento più grande però , lo devo dedicare a quello che mi pregio di chiamare “il mì amico” Dr. Maurizio Cecchini senza il quale non solo i corsi non sarebbero mai stati organizzati e svolti con la conseguenza che ad oggi, probabilmente, avremmo sul nostro territorio 800 persone in meno che potrebbero salvare la vita ad un essere umano (che si aggiungono agli oltre 12.000 che hanno partecipato agli altri corsi tenuti dalla Cecchini Cuore), ma per il fatto che, sicuramente, mai mi sarei dedicato a donare il mio tempo a questo tipo di iniziative.

Un abbraccio “di cuore”a tutti.

Fabrizio Bonino

 

Il Nostro, prima del corso

Disostruzione lattante

Massaggio cardiopolmonare

E via che si va

All’opera

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Pugili di grande cuore

Si e’ svolta il 7 Novembre la cerimonia di donazione  del DAE n* 470 della nostra campagna.

La donazione e’ stata fatta dalle Farmacie Comunali SPA, alla presenza dell’ Assessore alle politiche socio-educative Rosanna CARDIA alla “PUGILISTICA BARTOLOMEI” che ha sede nella palestra dell’ ITI, in via Contessa Matilde, Pisa, alla presenza del Maestro MArcello BARTOLOMEI e tutti istruttori ed allievi.

Una donazione importante perche’ rappresenta una grande sensibilita’ della nuova Amministrazione Comunale di Pisa alla nostra campagna.

Altri due DAE saranno posizionati a breve in luoghi strategici del nostro centro cittadino.

Un ringraziamento da parte nostra quindi all’ Assessore Rosanna CARDIA, all’amico Marcello BARTOLOMEI e a tutti gli amici della “Pugilistica Pisana”

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments