Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

Carlo ci ha lasciati

L’ amico Carlo GIANNOTTI ci ha lasciati ieri sera,  dopo una lunga malattia contro la quale ha combattuto con tutte le sue forze.

E’ un dispiacere immenso per tutti noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscerlo .

Per 40 anni Infermiere di rianimazione, non appena andato in pensione, ha iniziato la sua opera di volontariato assieme a noi, per la diffusione delle manovre di rianimazione cardiopolmonare e dei defibrillatori pubblici.

Decine e decine di postazioni DAE sono state installate da lui, con la sua precisione ed affidabilita’proverbiali. Tanti i Corsi BLSD tenuti assieme, nelle scuole e nei posti di lavoro.

Persona preparatissima ci ha arricchiti di umanita’ , con la sua allegria ci ha sempre contagiati. Sono stati anni bellissimi.

Vorrei ricordarlo a voi per il suo animo sempre pronto a dare una mano a chi soffriva, agli ammalati, a chi aveva bisogno.

Perche’ questo era Carlo.

Da oggi siamo tutti piu’ soli e piu’  poveri.

Ciao amico mio

 

Un ringraziamento ai Colleghi e agli infermieri del reparto di Rianimazione del Dipartimento Materno Infantile per le amorevoli cure prestate

 

maurizio cecchini

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
7 Comments  comments 
formats

Un weekend fruttuoso

Lo scorso weekend la nostra Onlus ha lavorato moltissimo.

Venerdi 25 sono stati donati altri 5 defibrillatori ad altrettante scuole di Bientina che ne erano sprovviste e sabato 26 mattina e’ stato sostituito con un nuovo DAE quello danneggiato dai vandali che erano entrati nell’ Istituto Alberghiero “G. MAtteotti” di Pisa.

Questo e’ stato possibile grazie alla donazione della 46esima Brigata Aerea, che ha voluto presenziare alle donazioni

Infine sia venerdi 26 che sabato 27 siamo stati ospitati dal Centro di Simulazione NINA al PAlazzo dei Congressi per una manifestazione pubblica di medicina pediatrica.

La donazione di Bientina si e’ svolta nella sala consiliare del Comune di Bientina, alla presenza del sindaco Dario Carmassi, del vice sindaco Barbara Frosini e del colonnello pilota Gianluca Girelli. Sono inoltre intervenuti Samuele Baroni, presidente del consiglio comunale, Emanuele Brogi, assessore all’associazionismo, Vania Bacci, primo collaboratore del dirigente scolastico e una rappresentanza dell’associazione Arma aeronautica di Bientina. 

La donazione all’ Istituto “G. MAtteotti” e’ avvenuta alla presenza del Preside Prof CARUSO , del Generale IADICICCO e della famiglia SERENI che aveva donato l’anno passato una DAE in ricordo della figlia  Deborah prematuramente scomparsa.

A tutti i presenti ai due eventi va il nostro sentito ringraziamento per kla attenzione che hanno avuto alla nostra campagna contro kla morte improvvisa cardiaca.

Con queste postazioni abbiamo raggiunto quota 482 DAE pubblici

Ecco alcune foto degli eventi

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Cecchini Cuore e i Bimbi dei Miracoli

 

Fine settimana impegnativo e assolutamente gratificante, per noi della Cecchini Cuore al Palazzo dei Congressi di Pisa dove si è svolto l’evento Bimbi dei Miracoli.

Onorati dell’ invito del Centro di Simulazione NINA diretto dal Dr. Armando Cuttano, il Dr. Maurizio Cecchini, che mi ha subito coinvolto e per questo lo ringrazio, abbiamo passato due splendide giornate ad insegnare con poche ma efficaci parole a bambini e genitori, le manovre da eseguire in caso di arresto cardiaco. I bambini, come sempre, si sono dimostrati svegli e interessati ed i genitori, spesso, molto stupiti nel capire che i loro figli, alla fine del “mini-mini corso”, sarebbero in grado con le poche cose spiegate, di poter provare a rianimare una persona in arresto cardiaco. Abbiamo attirato la loro attenzione con il nostro video di 2 minuti fatto appositamente per i ragazzini di quell’età che spiega in modo divertente e coinvolgente, le poche, piccole cose da fare in casi di emergenza di questo genere e successivamente, abbiamo fatto provare loro il massaggio cardiopolmonare sui manichini e mostrato come funziona un defibrillatore. Inutile dire che i piccoli neo soccorritori,  appena appoggiato il DAE vicino al finto paziente, lo hanno acceso ed hanno cominciato ad ascoltare quello che l’apparecchio salvavita diceva loro di fare senza che nessuno di noi desse nessuna indicazione. Quando si dice che certe cose andrebbero insegnate fin dalle elementari e qualcuno rimane perplesso, lo vorrei aver avuto presente in quei momenti. Dopo le varie prove (e anche durante) ci sono state numerosissime domande molto acute, molte delle quali, non ho mai sentito fare nemmeno dagli adulti. Inutile spiegare la soddisfazione che questi due giorni ci hanno donato. Abbiamo sottolineato il fatto che CHIUNQUE può utilizzare un DAE e ci siamo fatti promettere da tutti i nuovi mini-soccorritori, che se avessero sentito qualcuno dire che per usarlo bisogna avere una certa età o aver effettuato un corso, mi avrebbero in qualche modo avvisato. Loro hanno capito subito che per usare un “elettrodomestico” di quel genere, non c’è bisogno di una laurea in medicina o di ascoltare tanti discorsi “a biscaro”…basta accendere ed ascoltare….il resto viene da se. A differenza degli adulti, loro, non si fanno troppe domande e agiscono per istinto: se una persona sta male, va soccorsa. Punto. E se so come fare, lo faccio. Punto. Due punti…”ma sì, fai vedere che abbondiamo… Abbondandis in abbondandum” (Totò). I genitori, come detto, si sono resi subito conto che in caso di necessità, i loro ragazzi sarebbero stati capaci di salvare la vita a una persona colta da morte improvvisa e sinceramente, credo che da questo weekend vadano a dormire anche un pochino più tranquilli visto che in cassa hanno dei potenziali piccoli grandi eroi. Molti di loro hanno provato a fare le stesse cose…ma mi dispiace…non c’è partita. 🙂

I Bimbi dei Miracoli…sono anche loro.

Vi voglio bene.

 Fabrizio BONINO  – Istruttore certificato BLSD

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
1 Comment  comments 
formats

Ugo ritorna a scuola…

tra gli studenti di Lucca

Siamo stati chiamati ieri a tenere il nostro consueto corso BLSD gratuito alle Scuole Medie Chelini di San Vito (Lucca).

Le scuole da sempre sono state il nostro obiettivo per vari motivi: innanzitutto per mettere in sicurezza i ragazzi, ed in secondo luogo perché’ insegnando ai ragazzi siamo certi che avremo in futuro adulti migliori, più sensibili ai temi della sicurezza e della solidarietà’.

Ancora una volta CecchiniCuore Onlus e’ stata chiamata a Lucca ed ancora una volta ci siamo tornati con piacere.

 

Ad Maiora

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments