Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

Sardegna: sole, mare e corsi BLSD

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Altre 3 DAE alla Scuola di Ingegneria di Pisa

La foto di fine corso ad Ingegneria

 La Scuola di Ingegneria di Pisa si e’ dotata di altri 3 DAE , oltre a quello che e’ stato installato qualche mese fa.

Siamo orgogliosi di essere riusciti a provocare l’interesse del Direttore del Dipartimento DESTEC,  Prof. Ing Umberto DESIDERI e del Presidente della Scuola di Ingegneria Prof.Ing. Alberto LANDI.

Le tre postazioni sono andate a cardioproteggere tre strutture di Ingegneria e due giorni fa abbiamo tenuto il secondo corso gratuito BLSD al personale e studenti.

Uno speciale ringraziamento al Sig. Luigi MARZO che da mesi si e’ impegnato per ottenere un tale successo. Grazie davvero per l’amicizia, la professonalita’ e per l’impegno non facile che ha svolto.

Abbiamo raggiiunto quota 507 DAE PUBBLICI

postazione  di IDRAULICA – Via GAbba 22 – Pisa

postazione del Polo B Ingegneria Via G.Pisano 28

postazione del POLO F Ingegneria via Diotisalvi 7 – Pisa

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Un altro quartiere cardioprotetto

Il 4 Luglio si e’ svolta la cerimonia di inaugurazione della postazione DAE n* 504 della nostra campagna, nel Quartiere di Porta a Mare.

La macchina salvavita e’ stata posta di fianco al BAR PANZARICA, in via Cesare Battisti, gestito dall’ amioco Alberto COCUZZA.

Poche settimane fa infatti avevamo parlato della necessita’ di un DAE nella zona molto popolosa ed in poco tempo e’ stata iniziata una sottoscrizione popolare  ed una lotteria con premi donati da commercianti della zona (VUEFFE RACING, FOTOAMATORE...).

E’ questo aspetto che caratteriszza questa postazione: e’ stata voluta e finanziata dai cittadini del quartiere. 

Un ringraziamento va anche alla Amministrazione Comunale da tempo vicina alla nostra campagna.

Ma il merito piu’ grande spetta all’ amico Alberto che ha fortemente voluto che il qaurtiere sia cardioprotetto organizzando l’evento in modo esemplare

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

EVVIVA…….!!!

 

Pubblico, con il consenso dell’autore, questa lettera che ci e’ pervenuta . Chi ha salvato questa vita era venuto a Pisa a seguire un nostro corso presso la “CHIMICA FEDELI” di Pisa. Salgono cosi’ a 13 le vite salvate con i nostri corsi

                                                                                                               Bravissimi.

“Oggi alle ore 10:00 il mio collega magazziniere R. C. , cardiopatico con già tre bypass all’attivo, è stato colto da un malore e conseguente arresto cardiaco.

Luca  appena ricevuta segnalazione dai ns addetti che erano presenti, si è precipitato ed ha chiamato i soccorsi i quali ci hanno detto di metterlo su un fianco ed attendere l’arrivo dell’ambulanza senza toccarlo o muoverlo.

Io invece sono corso in ufficio ed ho preso immediatamente il DAE senza ascoltare il consiglio, sono uscito e sono giunto dal mio magazziniere, Luca ha avvisato il medico al telefono il quale appena ha saputo che eravamo in possesso del DAE ci ha detto di aprirlo ed ascoltare la voce guida.

Luca ha iniziato subito a eseguire energicamente il massaggio cardiaco cadenzato dal DAE stesso e la voce guida, nel frattempo io ho posto gli elettrodi nei punti indicati, ho dato il ritmo a Luca e dopo analisi del DAE ho premuto il pulsate della scarica come indicato dal macchinario.

La procedura, con doppia scarica a seguito dell’analisi del DAE e dopo ripetuti massaggi cardiaci, è durata in tutto una ventina di minuti, il magazziniere a ripreso a respirare e ripreso colore, da cianotico a bianco, in quel momento è arrivata l’ambulanza, ha verificato il tutto, ci ha guardato e ci ha detto “siete stati bravi!”.

Questo cosa vuole insegnare, uno che il tempo è prezioso e non bisogna esitare un attimo, non ci sono eroi ma solo persone che aiutano il prossimo, e due che se non avessimo avuto il DAE, molto probabilmente, dopo 20 interminabili minuti forse il magazziniere non si sarebbe salvato, il sangue sarebbe andato in acidosi e il cervello avrebbe avuto delle gravi ripercussioni per la mancanza di apporto di ossigeno, forse  si sarebbe salvato comunque ma i danni sarebbero stati irreversibili.

A questo punto ci tengo a dirlo a tutti, il DAE salva la vita e se non avessimo fatto a Pisa in Chimica Fedeli il corso e non avessimo installato il dispositivo, avremmo forse perso una vita preziosa.

Ci tenevo a dirti tutto questo e a dirlo a chiunque anche per ringraziarti per aver voluto che tutte le aziende del Gruppo si predisponessero a questo e consiglio tutti i colleghi che non hanno partecipato, ad effettuare il corso quanto prima, ad imparare come fare perché oltre al sangue freddo ci vuole un minimo di conoscenza e l’ignoranza purtroppo a volte uccide.

Ti aggiornerò sull’evolversi dello stato di salute del ns caro collega.

Un abbraccio e a presto.”

 

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments