Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

Attenti al camino!!!

E’ arrivato il freddo e quindi cerchiamo di riscaldarci.

Camini, stufe a gas , scaldini …caldaie di casa a tutto andare.

Attenzione pero’ ad un nemico subdolo: il monossido di carbonio, che ogni fiamma libera produce (anche una candela o sigaretta, ma ovviamente in minime quantita’).

Il monossido di carbonio e’ senza odore e colore, ha un peso specifico simile a quello dell’aria e quindi non tende a stratificarsi in basso.

Sintomi comuni: mal di testa , nausea, vomito, confusione mentale fino al coma ed alla morte. I sintomi iniziali possono essere scambiati per una tossinfezione  alimentare anche perche’ l’avvelenamento da monossido di carbonio colpisce spesso tutti i componenti della famiglia, animali compresi.

Come difendersi dal monossido di carbonio?. Aereare per qualche minuto l’ambiente ,dopo aver spento il camino (compresa la brace!!!) , lasciare sempre uno spiraglio aperto nella finestra nel luogo dove e’ acceso il camino. 

VA sottolineato: ANCHE LA BRACE ACCESA.

Tenete presente che l’ambiente umido (esempio stanza da bagno durante la doccia con vapore acqueo e una caldaia nella stessa stanza…) aumenta il legame del monossido con l’emoglobina.

Non fidatevi mai delle caldaie installate dentro l’appartamento e se doveste farne installare una , fatela installare all’esterno, per maggiore sicurezza.

 

Cosa fare in caso di sospetta intossicazione? 

1- chiamare il 118 immediatamente

2- aprire tutte le finestre di casa

3- lasciare aperta la porta di casa (in caso di perdita di coscienza il 118 puo’ agevolmente entrare) 

Per ultima cosa , dal momento che i pulsossimetri sono molto diffusi anche fra i non medici: una saturazione del 100% rilevata al dito NON ESCLUDE una intossicazione da monossido, perche tali dispositivi non si riferiscono alla saturazione di ossigeno, ma alla saturazione della emoglobina con qualsiasi gas, incluso il monossido.

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
1 Comment  comments 
formats

Caprona sempre piu’ cardioprotetta

La nuova postazione DAE

Si e’ svolta il 15 Febbraio u.s. la cerimonia della donazione ed inaugurazione del secondo DAE donato dalla Collega Maria Paola SIMULA .

Con questo secondo DAE , che e’ stato installato in una zona molto frequentata quale il Centro Commerciale, la frazione di Caprona risulta essere ben cardioprotetta.

Oltre a ringraziare la Collega Maria Paola, ringrazio il Sindaco di Vicopisano Juri TAGLIOLI che da sempre incoraggia la nostra campagna, Laura MASINO  e Carlo GIANNOTTI per la fattiva collaborazione logistica.

Questa e’ la postazione DAE  numero  441

CArlo GIANNOTTI e Laura MASINO

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

In ricordo di “Nonno NINO”

Ieri si e’ svolta la cerimonia di donazione di una nuova pèostazione DAE presso la Pieve di Santa Giulia a Caprona (Vicopisano).

A donarlo, in ricordo di “Nonno Nino” la Collega Maria Paola SIMULA , assieme alla madre Maria GIOVANNA (94 anni !!)  il figlio Don Alberto MARCHESI, assieme a tutta la  comunita’ di Santa Giulia.

Presente  il Sindaco di Vicopisano Juri TAGLIOLI che non solo ha sempre seguito la nostra campagna , ma ha dotato il suo comune di ben 16 DAE. Grazie Sindaco!

A tutti loro un grazie di cuore, non solo per il dono che hanno offerto alla comunita’, ma all’aria di pace , di serenita’ ed amicizia  che mi hanno fatto respirare durante l’evento.

Il 15 Febbraio prossimo sara’ installata una seconda  postazione DAE a Caprona, presso il Centro Commerciale

Questa e’ la postazione DAE pubblica n* 440

Alcune foto dell’ evento

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Un’altra scuola cardioprotetta a Pisa

Il momento della donazione

Si e’ svolta il 17 Gennaio la cerimonia di donazione di un defibrillatore presso l ‘ Istituto Alberghiero “G.Matteotti” di Pisa.

A donare la macchina salvavita e’ stata la Famiglia Sereni, titolare della “Sereni Elettronica”, in ricordo di Debora SERENI.

Alla cerimonia il Preside , Prof. Salvatore CARUSO, oltre ai ringraziamenti dovuti alla Famiglia SERENI, ha parlato agli studenti non solo dell’importanza di possedere un DAE, ma anche dei concetti di solidarieta’ e di volontariato.

Ringraziamo la FAmiglia SERENI, il Preside Salvatore CARUSO ed i ragazzi dell’ Istituto Alberghiero per l’organizzazione dell’evento.

Questa e’ postazione DAE n* 439

La nuova postazione DAE

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments