Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

La grande lezione

La pandemia che ci sta colpendo ci dovrebbe insegnare molte cose, e lo insegna a chi sa guardare oltre il drammatico momento che stiamo vivendo.

L’umanita’ ha compiuto passi da gigante nella cultura, nella tecnica , nella medicina.

Non sappiamo neppure se ci siano oggi delle navicelle spaziali con equipaggi a bordo – perche’ ormai sono diventate cose di tutti i giorni; siamo andati su Marte .

La tecnologia ci permette di vederci e parlarci a distanza sostanzialmente a costo zero, la medicina ci ha prolungato una vita anche dignitosa ad eta’ che solo 50 anni fa erano  impensabili.

Nel giro di pochi anni sono certo sconfiggeremo anche il cancro.

Eppure questa nostra umanita’ sie era dimenticata che puo’ essere atterrata da un nemico invisibile delle dimensioni di un centinaio di nanometri, un piccolo virus.

Troveremo, ne sono certo, rimedio anche a quello, e presto.

MA non ci deve sfuggire la lezione che questa tragedia ci sta impartendo.

Occorrebbe capire che siamo una umanita’ sola, che da migliaia di anni continua in guerre fratricide in nome di una religione, di soldi, di potere, di vaneggiamenti di razza.

Solo quando siamo colpiti tutti da un unico nemico micidiale qualcosa cominciamo a capire della stupidita’, oltre che dell’ orrore che l’animale uomo e’ riuiscito e tutt’ora riesce a compiere nei millenni.

Proprio ora che siamo costretti a nasconderci nelle nostre case come alveari che sono i nostri condomini intuiamo la necessita’ di aiutarci l’un l’altro anche col vicino di pianerottolo cosi’ antipatico e di idee politiche opposte alla nostra, spesso di credo religioso diverso, di eta’ diversa.

Forse proprio ora si vede la “meglio gioventu’” del nostro meraviglioso Paese che lavora giorno e notte negli ospedali, nei laboratori di ricerca, oppure darsi da fare nel dare una mano a chi meno ha, a chi e’ fragile e solo magari portando una spesa o i farmaci dei quali ha bisogno.

Forse ora , proprio in questa ora buia , riusciamo a sollevare gli occhi dalla banale quodiana normalita’ che ci aveva ottusi a cercare un orizzonte luminoso, felice per tutti, a patto che lo ricerchiamo assieme agli altri.

Iniziamo a capire , almeno spero, che la nostra felicita’, sicurezza e salute dipende anche da quella degli altri, che non si puo’ vivere da soli ne’ tra uomini ne’ tra gli  altri animali.

L’opulenza nella quale abbiamo vissuto fino ad oggi non e’ piu’ garantita, si fa la fila per il supermercato, la farmacia, internet viene usato per informarsi e per stare piu’ vicini anziche isolarci.

Stiamo comprendendo la ricchezza ed il privilegio di avere cio’ che avevamo, la liberta’ di incontrarsi, di andare a scuola, inizia piacerci quel lavoro che fino a pochi giorni fa odiavamo, quel treno noioso che ci portava al lavoro, il traffico convulso, il parcheggio che non si trova mai…

Perche’, almeno noi occidentali, eravamo ricchi ed opulenti e lo siamo tutt’ora , pronti solo a parole ad aiutare altre persone meno fortunate o meno capaci.

Cominciamo paradossalmente ora , in un momento cupo che ci fa paura, a capire la meraviglia della vita, del lavoro, della salute, delle relazioni interpersonali.

Se sapremo sfruttare questa tragedia immane che sta colpendo l’umanita’ vorra’ dire che queste migliaia di morti a qualcosa saranno serviti.

La paura piu’ grande che ho e’ che , quando tutto sara’ passato, riprenderemo a sfruttare la Terra e altri uomini come sempre abbiamo fatto, a sentirci i padroni del pianeta.

Del resto non sono bastati i milioni di morte della peste, del colera ma anche delle guerre mondiali per farci capire che siamo animali tra gli animali e per di piu’ fragili presi uno per uno.

Sono certo purtroppo che all’indomani di questa vicenda, quando saremo in grado di riprendere la nostra vita quotidiana proseguiremo con i nostri egoismi, le ingiustizie e gli orrori di sempre.

maurizio cecchini

 
formats

AVVISO IMPORTANTE

Se vuoi darci una mano telefonaci.
LUCCA: FAbrizio 342 8602303.

LORENZO: 338 5615319 (anche per pratiche infermieristiche)
_______________________________________________
PISA: Diego : 334 1008959 Serena 335 6482650
Guglielmo: 328 3686335 Giovanni 388 1007895 Elisabetta 3383848631
GRACIELA 347 4808433 NICOLA 338 7280862
PISA ZONA PORTA A MARE: COSIMO 3497715280
ZONA PORTA A LUCCA: ANGELA 328 6165250
_________________________________________________
Zona Navacchio San Prospero e Cascina: “I ragazzi delle parrocchie:
Antonio 331 2253082 Martina 377 1162691

SILVIA 346 6289719
LARA: 349 6702002
_____________________________________________________
CALCI / PISA / VICOPISANO SANDRO APE 392 7572239
YURI 366 4957836
________________________________________________________________________________________________
CAMPO : FEDERICO 347 3415883
___________________________-_________________________________________
GHEZZANO – PISA (abbiamo due Claudie !!)
Claudia uno 347 9374416
Claudia due 349 1442063

___________________________________________________
Zona TITIGNANO : ANGELA 349 3027561
__________________________________________________
Zona Filettole/Avane PAOLA 348 2352952
___________________________________________________
PONTASSERCHIO Lucia 334 7982950
____________________________________________________
ZONA METATO: LINDA 342 6722123
___________________________________________________
Zona MIGLIARINO VECCHIANO : ALBERTO 320 4192077
____________________________________________________
Zona San Piero a Grado: LETIZIA 3484722674
Zona LA VETTOLA : EMMA 345 3930395
_________________________________________________________
Zona BUTI: SUSANNA 347 8529906 347 0476340
_____________________________________________________________________________________
FORNACETTE LOREDANA 340 3214754
_______________________________________________________________
BUTI – CASTELVECCHIO DI COMPITO MARTINA 340 0836861
________________________________________________________________
TORRE DEL LAGO – VIAREGGIO SANDRO 3938129912
_________________________________________________________
LIVORNO: PAOLA 327 8355629
____________________________________________________
COORDINAMENTO: Maurizio 338 7228610
 
formats

Grazie….1000 !!

Pochi giorni fa avevamo notato un annuncio di quest’auto a GPL in vendita a 1000 euro e abbiamo pubblicato su Facebook una richiesta per darci una mano ad acquistarla.

In meno di 24 ore tantissimi di voi ci hanno mandato un’offerta che ci ha permesso non solo di acquistarla, ma anche di pagare il passaggio di proprieta’ e la personalizzazione. Spero che vi piaccia !

Grazie ancora, e di cuore a tutti voi, adesso abbiamo un mezzo dignitoso e sponsorizzato per andare a fare i corsi.

E quando la vedrete in giro in citta’ dovete pensare…” Quella macchina e’ in parte anche mia…”

Ugo alla guida……
 
formats

ARCHA: azienda cardioprotetta

Il laboratorio Chimico ARCHA di Ospedaletto (Pisa) si e’ dotato di un DAE per mettere in sicurezza i propri dipendenti, e ci e’ stato chiesto di fornire loro gratuitamente il Corso BLSD.

E’ il DAE n 531 della nostra campagna.

Qui di seguito una nota che ci e’ stata da loro inviata e che pubblichiamo con orgoglio. Grazie

Quando si parla di arresto cardiaco e rianimazione cardiopolmonare molto spesso riceviamo informazioni fuorvianti e poco chiare, che alimentano le nostre paure e non ci permettono di essere lucidi e razionali.

Pensiamo di essere invulnerabili, pensiamo che quello che sentiamo alla tv o leggiamo sui giornali sia lontanissimo da noi, che non possa mai colpirci, toccarci.

Sbagliamo.

Nel 2020 la Laboratori ARCHA Srl, azienda di chimica nel pisano, ha deciso di dotarsi del defibrillatore DAE, ma molte erano le perplessità, le paure, le domande sul suo corretto utilizzo.

Per questo ci siamo rivolti all’associazione “CecchiniCuore Onlus”.

Il 21 Febbraio, presso la nostra sede a Ospedaletto, si è tenuto il corso BLSD a cura della fondazione, dove il docente Fabrizio ha istruito più di 40 addetti presenti nell’azienda.

È stato un corso apprezzatissimo da tutti i partecipanti: non sono mancate lacrime da parte delle persone più sensibili, non sono mancate domande volte a comprendere più a fondo la corretta gestione della crisi, non sono mancate neanche le risate.

Il corso è stato semplice, comprensibile da tutti, curioso (Fabrizio è un ottimo docente, competente e simpatico), formativo. Ma soprattutto GRATUITO.

Preme sottolineare questo aspetto perché tutti voi possiate diffidare da chi vi vende a caro prezzo questi corsi di formazione: la formazione per aiutare gli altri a vivere deve e dovrà SEMPRE essere gratuita.

Non commettiamo l’errore di PENSARE di non essere in grado di aiutare gli altri. Tutti possiamo e dobbiamo fare qualcosa, anche la minima cosa, per aiutare a restituire la vita a qualcuno.

Sentiamoci una volta per tutte parte integrante della comunità: rispettiamola, aiutiamola, diamo importanza al senso civico che contraddistingue l’essere umano.

Facciamolo per noi. Per diventare persone migliori.

Grazie a Maurizio, grazie a Fabrizio. Grazie per averci reso consapevoli delle nostre capacità.