Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

“Officine Garibaldi” di Pisa: cardioprotette

Da Pisa TODAY

Giovedì 5 novembre è stata inaugurata in via Gioberti, a Pisa, la nuova postazione DAE delle Officine Garibaldi. Il defibrillatore, che si aggiunge alla lista dei molti presenti in città, è stato donato al centro culturale dalla famiglia Scontrino, in memoria del dott. Pietro Salerno dalle figlie e dalla moglie, tramite la Cecchini Cuore Onlus. Lo strumento, di ultima generazione è il n. 535 del territorio e rientra nella campagna di prevenzione e sensibilizzazione svolta sul territorio dall’Associazione Cecchini Cuore onlus per rendere la città sempre più cardioprotetta.

Hanno preso parte all’inaugurazione, oltre alla famiglia Scontrino, l’assessore alle politiche sociali e presidente della Società della salute Gianna Gambaccini, il direttore di Officine Garibaldi Manuela Arrighi, il dottor Maurizio Cecchini dell’Associazione Cecchini onlus, il professor Giuseppe Cecchi. Nell’occasione il dottor Cecchini ha dichiarato: “Con quello di oggi arriviamo 535 DAE, su tutto il territorio. Prosegue così la nostra campagna contro la morte improvvisa che ha reso Pisa una delle città più cardioprotette d’Italia e che ha salvato 17 persone dall’ arresto cardiaco. In 13 anni abbiamo realizzato 600 corsi BLSD, coinvolgendo oltre 20.000 persone. Una percentuale importante, calcolando che a Pisa si contano 100.000 abitanti”.

“In condizioni normali Officine Garibaldi accoglie ogni giorno moltissime persone – aggiunge Giuseppe Cecchi, consigliere amministrazione Paim. Un presidio sanitario come questo non può che non essere importante. Prevedere ed avere la possibilità di agire tempestivamente nei confronti di episodi acuti come quelli che possono scaturire da problemi cardiaci è senza dubbio fondamentale. Pisa è una delle città più dotate di defibrillatori e siamo molto onorati di far parte di questa squadra”.

 

“Un grazie sentito alla famiglia del dott. Pietro Salerno, per questa donazione così importante, fatta con il cuore per il cuore della nostra città – commenta l’assessore e presidente della Società della salute di Pisa Gianna Gambaccini. In un momento come questo dove spesso e volentieri si parla di salute e prevenzione legate al Covid-19, è essenziale portare avanti iniziative come questa, che riportano l’attenzione anche su altre patologie, come quelle cardiache, che possono essere estremamente e ugualmente pericolose per la nostra salute”.

 
formats

Museo degli strumenti per il calcolo a Pisa: inaugurato il DAE pubblico 534

E’ stata inaugurata Sabato 31 Ottobre  la postazione DAE n* 534 della nostra campagna.

Tale postazione e’ stata donata dalla CecchiniCuore Onlus con i proventi del “5 per mille” dei cittadini; nella prossima settimana verranno inaugurate altre due postazioni in punti strategici della Citta’

Andra’ a cardioproteggere il Museo degli Strumenti di Calcolo, in largo Don Renzo SPADONI a Pisa (ec Macelli Pubblici)  recentemente  ristrutturata, cosi come la piazza prospiciente.

Prosegue cosi’ la nostra campagna contro la morte improvvisa che ha reso Pisa una delle citta’ piu’ cardioprotette d’ Italia e che ha salvato 17 persone dall’ arresto cardiaco.

 

 
formats

Un bel corso davvero

Ieri si e’ tenuto il nostro Corso BLSD gratutito , questa volta a Porta  Lucca , nei locali di “GREASE HAIR STYLE” di Emanuele  , in Via di Gello 53 a Pisa , che ci ha gentilmente ospitato nella sua bellssima nuova sede.

Il corso e’ stato eseguito per la popolazione del quartiere dopo la installazione del DAE pubblico a pochi metri, e tenuto dal sottoscritto, Fabrizio BONINO e Francesca ROCCHI.

Moltissime le persone intervenute, nel rispetto delle regole imposte dalla emergenza Covid.

Un ringraziamento  va anche a Giacomo del SANTY’s BAR e Christian dell’ Enoteca “DU’ SORSI” che avevno fortemente chiesto sia lainstallazione del DAE che il relativo corso

Ad maiora

 
formats

EVVIVA….

 

Stamani ho ricevuto questa mail che mi piace pubblicare 

Buongiorno Dott. Cecchini,

 sono una delle persone che sabato 17/10 mattina ha partecipato al corso BLS-D presso la sua sede. Paradossalmente, io sono una delle persone che era al Cus sabato pomeriggio e stavo partecipando al mini-torneo di beach volley con Nicola quando lui ha avuto l’arresto cardiaco. Io ho partecipato in maniera molto marginale, ho solo dato una mano a estendere il collo per farlo respirare, in quanto erano presenti un dottore, una persona che lavora in Croce Rossa e un’infermiera in servizio a Cisanello che erano sicuramente più competenti e preparati di me a gestire una situazione del genere. Se devo essere sincero vedere fare un massaggio cardiaco da personale competente è stato molto illuminante e utile, anche se uno spera che una cosa del genere non gli serva mai. Le scrivo per ringraziarla di quello che fa e di cosa insegna, e non le nego che lo scrivo con un certo groppo in gola ripensando a quello che è successo sabato e cosa sarebbe potuto succedere se non ci fosse stato il sangue freddo di tanta gente. Ho ancora le lacrime agli occhi a pensare a Nicola che stava esalando gli ultimi respiri con il gasping e stava diventando cianotico. Meno male che è andato tutto bene….