Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
magnify
formats

S.O.S. cuore

L’isolamento forzato di questi giorni, spesso in solitudine, porta spesso sia a sopravalutare i sintomi sia a sottovalutarli, rendendo da una parte la vita del cardiopatico piu’ infelice e dall’altra a ricorrere alla diagnosi e quindi alle cure piu’ tardivamente.

Per questo motivo abbiamo pensato di utilizzare il telefono come un “centro di ascolto” per i cardiopatici.

La possibilita’ di effettuare gratuitamente anche una videochiamata rende la cosa meno spersonalizzante e fredda.

Quindi dopo i corsi BLSD ONLINE, la spesa ed i farmaci consegnati a domicilio dai nostri volontari ho pensato a questa iniziativa che spero possa essere di aiuto e di sollievo ai cardiopatici

CON IL PATROCINIO DELLA SOCIETA’ DELLA SALUTE PISANA

 
formats

Corso BLS-D On Line Mercoledi 25 Marzo

Per partecipare al corso basta cliccare su questo link o sulla foto sopra
meet.google.com/dki-zmii-rue
e avrete l’accesso diretto al video in diretta.

Potrete interagire facendo domande nella chat all’ interno del corso, alle quali il Dr. Maurizio Cecchini, cardiologo dell’Università degli Studi di Pisa, risponderà in tempo reale.

Se usate un pc o un mac, non sarà necessario fare altro se non controllare di possedere uno di questi browser ed eventualmente scaricarne uno a scelta:
Browser Chrome Scarica l’ultima versione
Mozilla® Firefox®Scarica l’ultima versione
Microsoft® Edge®Scarica l’ultima versione
Apple® Safari®.

Se usate un tablet o un cellulare, dovrete scaricare una app dalla pagina che comparirà automaticamente dopo aver cliccato. Ad applicazione installata, dovrete creare un account ed accedere.  

Qui sotto ci sono i link per scaricare la app per Android e IOS:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.android.apps.meetings&hl=it

https://apps.apple.com/us/app/hangouts-meet-by-google/id1013231476

Il corso è completamente gratuito e aperto a tutti senza limite di età o di nessun altro genere quindi potete far partecipare anche ragazzi e bimbi.

Si consiglia di accedere al corso tramite il link almeno 15 minuti prima dell’inizio. 

Buon corso.

Fabrizio Bonino

 
formats

Corso BLS-D On Line Straordinario

A causa dell’enorme richiesta di partecipazione al corso di Sabato 21 Marzo e avendo purtroppo il limite (imposto dalla piattaforma) di 250 persone per ogni sessione, abbiamo pensato di organizzare un altro corso.

Per partecipare al corso basta cliccare su questo link 
meet.google.com/hqy-mjar-bvp 
o sulla foto sopra e avrete l’accesso diretto al video in diretta.

Potrete interagire facendo domande nella chat all’ interno del corso, alle quali il Dr. Maurizio Cecchini, cardiologo dell’Università degli Studi di Pisa, risponderà in tempo reale.

Se usate un pc o un mac, non sarà necessario fare altro, mentre se usate un tablet o un cellulare, dovrete scaricare una app alla pagina verso la quale vi porterà direttamente il link su cui avete cliccato. Dopo aver scaricato l’applicazione dovrete creare un account ed accedere.

Per chi lo necessita, qui sotto ci sono i link per Android e IOS:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.android.apps.meetings&hl=it

https://apps.apple.com/us/app/hangouts-meet-by-google/id1013231476

Il corso è completamente gratuito e aperto a tutti senza limite di età o di di altro genere. Potete far partecipare anche ragazzi e bimbi da 6 anni in poi. (consigliato)

Si consiglia di accedere al corso tramite il link almeno 15 minuti prima dell’inizio dando così la possibilità di iniziare il corso in orario. Inutile connettersi 2 ore prima in quanto il collegamento non sarà ancora attivo.

Buon corso.

Fabrizio Bonino

 
formats

La grande lezione

La pandemia che ci sta colpendo ci dovrebbe insegnare molte cose, e lo insegna a chi sa guardare oltre il drammatico momento che stiamo vivendo.

L’umanita’ ha compiuto passi da gigante nella cultura, nella tecnica , nella medicina.

Non sappiamo neppure se ci siano oggi delle navicelle spaziali con equipaggi a bordo – perche’ ormai sono diventate cose di tutti i giorni; siamo andati su Marte .

La tecnologia ci permette di vederci e parlarci a distanza sostanzialmente a costo zero, la medicina ci ha prolungato una vita anche dignitosa ad eta’ che solo 50 anni fa erano  impensabili.

Nel giro di pochi anni sono certo sconfiggeremo anche il cancro.

Eppure questa nostra umanita’ sie era dimenticata che puo’ essere atterrata da un nemico invisibile delle dimensioni di un centinaio di nanometri, un piccolo virus.

Troveremo, ne sono certo, rimedio anche a quello, e presto.

MA non ci deve sfuggire la lezione che questa tragedia ci sta impartendo.

Occorrebbe capire che siamo una umanita’ sola, che da migliaia di anni continua in guerre fratricide in nome di una religione, di soldi, di potere, di vaneggiamenti di razza.

Solo quando siamo colpiti tutti da un unico nemico micidiale qualcosa cominciamo a capire della stupidita’, oltre che dell’ orrore che l’animale uomo e’ riuiscito e tutt’ora riesce a compiere nei millenni.

Proprio ora che siamo costretti a nasconderci nelle nostre case come alveari che sono i nostri condomini intuiamo la necessita’ di aiutarci l’un l’altro anche col vicino di pianerottolo cosi’ antipatico e di idee politiche opposte alla nostra, spesso di credo religioso diverso, di eta’ diversa.

Forse proprio ora si vede la “meglio gioventu’” del nostro meraviglioso Paese che lavora giorno e notte negli ospedali, nei laboratori di ricerca, oppure darsi da fare nel dare una mano a chi meno ha, a chi e’ fragile e solo magari portando una spesa o i farmaci dei quali ha bisogno.

Forse ora , proprio in questa ora buia , riusciamo a sollevare gli occhi dalla banale quodiana normalita’ che ci aveva ottusi a cercare un orizzonte luminoso, felice per tutti, a patto che lo ricerchiamo assieme agli altri.

Iniziamo a capire , almeno spero, che la nostra felicita’, sicurezza e salute dipende anche da quella degli altri, che non si puo’ vivere da soli ne’ tra uomini ne’ tra gli  altri animali.

L’opulenza nella quale abbiamo vissuto fino ad oggi non e’ piu’ garantita, si fa la fila per il supermercato, la farmacia, internet viene usato per informarsi e per stare piu’ vicini anziche isolarci.

Stiamo comprendendo la ricchezza ed il privilegio di avere cio’ che avevamo, la liberta’ di incontrarsi, di andare a scuola, inizia piacerci quel lavoro che fino a pochi giorni fa odiavamo, quel treno noioso che ci portava al lavoro, il traffico convulso, il parcheggio che non si trova mai…

Perche’, almeno noi occidentali, eravamo ricchi ed opulenti e lo siamo tutt’ora , pronti solo a parole ad aiutare altre persone meno fortunate o meno capaci.

Cominciamo paradossalmente ora , in un momento cupo che ci fa paura, a capire la meraviglia della vita, del lavoro, della salute, delle relazioni interpersonali.

Se sapremo sfruttare questa tragedia immane che sta colpendo l’umanita’ vorra’ dire che queste migliaia di morti a qualcosa saranno serviti.

La paura piu’ grande che ho e’ che , quando tutto sara’ passato, riprenderemo a sfruttare la Terra e altri uomini come sempre abbiamo fatto, a sentirci i padroni del pianeta.

Del resto non sono bastati i milioni di morte della peste, del colera ma anche delle guerre mondiali per farci capire che siamo animali tra gli animali e per di piu’ fragili presi uno per uno.

Sono certo purtroppo che all’indomani di questa vicenda, quando saremo in grado di riprendere la nostra vita quotidiana proseguiremo con i nostri egoismi, le ingiustizie e gli orrori di sempre.

maurizio cecchini